Ad Asola finisce in parità. Gabriele Venturi la riprende nel finale.

PROMOZIONE – PRIMA SQUADRA

Asola 2-2 F.C. Sporting Desenzano

43′ Botturi
96′ Venturi G.

Sporting Desenzano: Merigo, Bonatti (dal 77′ Diene), Guatta, Patuzzo (dall’83’ Verzeletti), Zanotti, Lazzaroni, Venturi M. (dal 75′ Asbiae), Danesi, Venturi G., Botturi, Porro.
Allenatore: Novazzi.
A disposizione: Ghisleri, Alberti, Negru, Nizzola, Pasotti, Gussago.

Lo Sporting Desenzano raddrizza una partita complicata e strappa un punto allo scadere grazie a un calcio di rigore all’ultimo respiro.

L’Asola interpreta meglio l’inizio della partita e mette in difficoltà lo Sporting con un pressing ben organizzato. Gli uomini di Novazzi, invece, non trovano la profondità e faticano a impensierire la retroguardia di casa.
I padroni di casa sono quindi i primi ad andare vicino al vantaggio. Al 18′ Merigo si distende sulla propria sinistra e svenuta in corner un tiro dal limite dell’area.
Due minuti dopo, l’Asola passa grazie a un rocambolesco passaggio filtrante che viene lisciato da difensori e attaccanti e finisce per beffare l’estremo difensore gardesano.
La reazione del Desenzano non arriva e i locali affondano ancora alla mezz’ora. Una punizione dalla trequarti finisce sui piedi dell’attaccante di casa che insacca con il sinistro.
Servirebbe un gol allo Sporting prima dell’intervallo e al 43′ una prodezza di Botturi accorcia le distanze.

La seconda parte di match evidenzia la volontà dello Sporting di pareggiare.
Prima del 60′ Marco Venturi scarica un mancino da fuori area bloccato dal portiere. Subito dopo, il tentativo di Porro dai 20 metri finisce alto.
Ancora Desenzano al 66′: Gabriele Venturi manda sul fondo una deviazione di testa su un cross del fratello.
I cambi danno freschezza alla manovra offensiva degli ospiti, che si buttano in attacco alla ricerca del 2 a 2.
Sembra tutto finito, quando, al 95′, nell’ultimo assalto, lo Sporting guadagna un calcio di rigore che Venturi trasforma con sangue freddo.

Il Desenzano guadagna un punto sul Castegnato portandosi a sole 3 lunghezze dalla capolista.
Domenica prossima si torna al Tre Stelle dove sarà ospitato il Casalromano.

FORZA DESENZANO!!!